Accesso utente

16 Settembre - Da Calafuria al Monte del Diavolo

"Un erto monte tenebroso, horrore terribile, che Monte del Diavolo veniva anche appellato, presso del quale, sporgendo in mare, avevano spesso naufragato molti navigli." (Annali di Livorno)

Partendo dal mare, passando da cave per l'estrazione del Macigno e da irti sentieri ci dirigeremo in direzione del Castellaccio lasciandoci alle spalle il panorama mozzafiato del Romito. Attraverseremo la Riserva di Calafuria, fitta macchia ricca di vita nascosta, pranzeremo guardando il mare dalle colline e riscenderemo verso il punto di partenza.
Consigliamo a chi vuole di portarsi asciugamano e costume per farsi un tuffo ristoratore al termine dell'escursione prima di andare a casa.

 

Dettagli.
Luogo e orario di ritrovo:
ore 10.00 davanti la Torre di Calafuria.

Il punto di ritrovo su Google Maps

D'estate non è facilissimo parcheggiare per questo si consiglia di venire un po' in anticipo.

Mezzo di trasporto: mezzi propri 
Percorrenza totale: 6,50 Km circa
Salita totale: circa 280 metri
Tempo di cammino effettivo: 2 ore circa
Difficoltà: E, percorso escursionistico senza particolari difficoltà, sarà caldo
Prenotazione obbligatoria: compilare il form nella colonna accanto.
Costi escursione: € 10 a persona (bambini € 5) comprensivo del servizio di guida ambientale escursionista (ai sensi della L.R. 42/2000.)
Pranzo: al sacco
Rientro previsto: ore 14:30 circa
Abbigliamento consigliato: Scarpe da Trekking, pantaloni lunghi, cappello per il sole, abbigliamento leggero, maglietta di ricambio.

Portare tanta acqua!